Vorrei le scarpe con le ali 
per volare in silenzio 
sulle cime più alte, 
camminare dentro le nuvole, 
conoscere le parole degli angeli. 
Scoprire le parole nascoste 
fra cielo e mare 
e quelle portate dal vento. 
Un paio di scarpe con le ali 
per ritrovare l’alba, 
raccontare il sole, 
confondersi fra le parole 
colorate dell”arcobaleno. 
Un paio di scarper con le ali 
per scoprire il linguaggio 
della luna e delle stelle. 
Fuggire, diventare invisibile 
camminare oltre il silenzio, 
oltre quel muro, 
conoscere ancora 
il mistero della parola 
e della vita

di LALLA CALDERONI

Questa lirica di Lalla Calderoni è stata ispirata dalla immagini che compongono la mostra fotografica ”Uno sguardo oltre il muro” sull’ex Ospedale Neuropsichiatrico “Ville Sbertoli” di Pistoia. La poetessa immagina quello che avrebbero potuto desiderare le persone ricoverate, appoggiando la testa ai vetri di finestre sempre chiuse e protette dalle sbarre…